come usare wanikani


Risposta 1:

Ho iniziato a usare Wanikani nel dicembre 2015 e mi ci sono voluti 23 mesi per completare i 60 livelli. Ho ancora circa 1500 oggetti da bruciare, e spero di aver finito prima di dicembre di quest'anno (3 anni!)

Avevo già superato il test JLPT2 qualche anno prima quindi non ero un principiante ma non mi sentivo a mio agio nel leggere testi lunghi o complessi su carta, senza l'aiuto di Rikaichan che uso per leggere su internet, e non riuscivo a trovare un buon metodo per imparare il kanji.

Ho sentito parlare di Wanikani per la prima volta quando ho letto questo articolo

10 cose che vorrei sapere sull'apprendimento del giapponese quando stavo iniziando

. Ho trovato il loro approccio all'apprendimento del giapponese molto interessante e ho provato subito Wanikani!

Come altri hanno sottolineato, è davvero avvincente ed ero anche piuttosto frustrato quando ho capito che dovevo iniziare dall'inizio e non dal mio livello.

Ma non mi pento di aver dovuto ricominciare dall'inizio perché non avevo mai imparato i radicali prima e c'erano alcuni kanji o voci di vocabolario che non conoscevo, anche nei primi livelli.

Quindi, funziona?

SÌ! Adesso riesco a leggere i giornali, le riviste o anche i romanzi senza troppe difficoltà. Tuttavia, devo ancora cercare parole e kanji su un dizionario per i romanzi.

La parte di cui non sono un grande fan è il vocabolario: la loro scelta di parole ed espressioni è un po 'strana. Molte parole ed espressioni non sono realmente utili (tonnellate di parole relative al campo militare, o al baseball, ecc.).

Trovo anche frustrante non avere la possibilità di riscrivere quando sbagli.

È anche più difficile per le persone come me che non sono madrelingua inglese perché molto spesso devo memorizzare la parola sia in giapponese che in inglese, oppure so esattamente cosa significa una parola in francese ma non ricordo quale sia la parola esatta o fraseggio in inglese è.

Ma nel complesso è davvero un'ottima applicazione. Non avrei mai raggiunto questo livello di conoscenza dei kanji con i metodi di apprendimento tradizionali.


Risposta 2:

Non l'ho mai usato, ma ho solo dato un'occhiata e ho suonato i primi radicali. Vorrei giocare ancora alcuni livelli prima di poter dare la mia migliore risposta, ma da dove sono, lo darei su un B.

Prima di tutto, la loro idea di insegnare i componenti del kanji prima di approfondire il kanji reale è molto buona. Se non hai una conoscenza abbastanza solida degli elementi che sono combinati per formare i kanji, non avrai mai una buona conoscenza dei kanji in cui sono usati. Quindi sono da elogiare anche solo per pensarci, e solo per questo, probabilmente è meglio di qualsiasi altro sistema basato su SR disponibile.

Ma anche la loro scelta dei componenti - li chiamano "radicali", anche se preferisco usare questo termine per riferirmi solo al componente sotto cui un kanji sarebbe elencato in un dizionario - è un po 'discutibile. La maggior parte di loro segue il significato dei radicali. 女 è "donna", 川 è "fiume", ecc. Ma ce ne sono molti che non sono in linea con come li chiamerebbe un giapponese: essi chiamano ノ "diapositiva", mentre io - o un giapponese - lo farei chiamalo semplicemente katakana no. Penso che questo sia un problema, perché altrimenti quando arriverai in Giappone, non sarai in grado di parlare di kanji con i giapponesi. La maggior parte dei nomi che ti danno per i radicali va bene, ma alcuni sono completamente sbagliati. Ad esempio, danno ハ come "pinne", sebbene un giapponese lo chiamerebbe il numero 8, e in questo caso è un ideogramma di qualcosa che viene diviso in due parti. (Per essere onesti, forse vale la pena distinguere ハ in cima a 分 con quello in fondo a 貝, e non ricordo se stavano solo raggruppando i due insieme, o solo riferendosi a quest'ultimo.) Quindi non puoi fare affidamento sulla loro guida per avere sempre ragione.

Inoltre, ci sono molti casi in cui un radicale è anche un kanji a sé stante, come nei suddetti 女 e 川. E non lo menzionano nella sezione sui radicali.

Si affidano anche ai propri mnemonici piuttosto che indicare la storia dei personaggi stessi. Ad esempio, ti dicono di ricordare 女 ("donna") come due cromosomi X, quando in realtà è un pittogramma di una donna seduta. Oppure indicano 木 e dicono "vedi, sembra anche un albero, con le radici ei rami" senza riconoscere che quella è davvero l'origine antica di questo pittogramma. Cioè, alcuni dei loro mnemonici riflettono le origini dei kanji, ma non dicono nemmeno quali.

La cosa che mi preoccupa di più, però, è il modo in cui è progettato l'SRS. Sarebbe un'incredibile perdita di tempo per uno come me iscriversi, perché vorrei saltare subito al livello 40 e non puoi farlo. Se hai già imparato anche alcuni kanji, dovrai perdere un po 'di tempo a dire al loro sistema che li conosci. E anche se hai studiato bene alcuni componenti, non ti danno subito kanji o vocabolario, quindi c'è una velocità massima alla quale puoi studiare.

Inoltre, non danno alcuna indicazione se l'ordine in cui introducono il kanji abbia qualcosa a che fare con l'ordine in cui gli scolari giapponesi li imparano, quindi probabilmente non lo sono. Ciò significa che se stai lavorando con un altro testo nello stesso momento, imparerai gli stessi caratteri in momenti diversi, quindi il kanji che impari ora con loro non avrà nulla a che fare con il kanji che stai studiando nell'altro testo.

Non voglio essere troppo duro con loro, perché l'idea di iniziare con i componenti è una buona idea. Riconoscere quali sono i componenti dei kanji, anche se non sai cosa significano, è fondamentale per lo studio dei kanji, e conoscerne anche il significato rende più facile ricordare i kanji con cui sono realizzati. Quindi, se riesci a gestire tutte le stranezze del sistema, ovvero non ti dispiace iniziare da zero, non ti dispiace che questo non funzioni bene con gli altri tuoi libri di testo e app, non ti dispiace molti degli mnemonici che danno non hanno nulla a che fare con le origini dei kanji e non c'è modo di vedere quali, e non ti dispiace il limite di velocità, quindi provalo e vedi se ti piace.


Risposta 3:

Attualmente lo sto usando (attualmente livello 7) e sono molto soddisfatto.

Inizi imparando i radicali a un tratto e due tratti per mettere insieme i Kanji stessi. quando hai risposto correttamente ai radicali quattro volte di seguito sblocchi il Kanji corrispondente con la lettura (la maggior parte delle volte) On'yomi.

Quando hai risposto correttamente a quelle quattro volte di seguito, sblocchi il vocabolario corrispondente. Quando li hai a livello Guru (ovvero corretti 4 volte di seguito) sblocchi il livello successivo con radicali più avanzati e Kanji.

Il sito stesso si basa su un sistema SRS, il che significa che più spesso ottieni la risposta corretta, più tempo ci vorrà per apparire di nuovo nelle recensioni.

Non mi piace l'argomento secondo cui i nomi dei radicali a volte non hanno senso (come 十 viene chiamato "croce" invece di "dieci") perché puoi anche inserire sinonimi per tutto ciò che verrà usato dal programma.

Per i memnonici, può essere un riferimento personale, ma penso che facciano un ottimo lavoro su di loro. Sono divertenti, facili da immaginare e quindi rimangono nella tua mente per molto tempo.


Risposta 4:

per il mio stile di insegnamento. È grande. ma a volte gli mnemonici non aiutano e potresti inventarne di tuoi ...

tuttavia, se non lo fai, le recensioni possono accumularti e sopraffarti !!! che è successo a me e ho dovuto tornare all'inizio! HaHa